22
Gen
10

E’ colpa loro!

Credo sia opinione diffusa tra gli italiani più informati che gli schieramenti politici non badano a risolvere i problemi ma semplicemente a scaricare le colpe.

Sarà vero? Non so , la mia impressione è leggermente diversa.. credo sia spesso la facciata pubblica di questo gruppo di disonesti che applicano il divide et impera.  Alle varie tramissioni televisive si scannano poi vanno a mangiare caviale ed aragosta alla faccia nostra (con i nostri soldi).

Forse il nostro sistema è fatto così, forse chi arriva al potere politico vero ha tutti gli interessi per non cambiare le cose, eccezion fatta per Berlusconi che se vuol restare impunito cambiamenti ne deve fare.

Fatto stà che le cose sono inaccettabili anche nella facciata (vera o no quella che si vede al tg)! A sinistra dicono che la colpa è degli altri che si fanno le leggi ad personam, quando però ne hanno avuto l’occasione (perchè ultimamente al governo ci sono stati!) non hanno fatto nulla tranne aumentare la pressione fiscale. Quelli di destra dicono che la colpa è degli altri che attaccano smodatamente senza lasciar governare in pace (nello specifico Berlusconi) quindi si fanno queste leggi spazzatura, tra l’altro si lamentano della tiepida opposizione quando loro, poco tempo fa all’ opposizione, sembravano bestie feroci. Quando viene mossa qualche critica verso i Berlusconiferi questi si difendono dicendo che la sinistra fa o ha fatto le stesse cose, oppure che è colpa della sinistra che ha lasciato questa eredità, o la sinista che ha fatto, mangiato, rubato, ecc..  Io posso tranquillamente credere che a sinistra ci siano molte persone di principi non proprio sani, ma se ti accuso di rubare non è una buona difesa dire che lo fanno anche gli altri! Praticamente è un ammissione di reato!!

Le macro soluzioni alle necessità del nostro paese da parte dei due grossi schieramenti politici sono:

– Sinistra – continuare ad aumentare la pressione fiscale su chi paga le tasse, naturalmente chi non le paga non ha grossi problemi.

– Destra – tagli, tagli, tagli, tagli…  naturalmente tagli ai servizi che riguardano chi ha più bisogno, che naturalmente è una maggioranza, il tutto condito con agevolazioni ai super ricchi.

Dato che la pressione fiscale in italia è spropositatamente alta credo che se ci fosse la volontà di sistemare le cose non ci vorrebbe molto, chi deve sistemare però dovrebbe autolimitare le sue ruberie..  ..perchè devono limitare il loro arricchimento? tanto la barca galleggia ancora.. ..finche la barca vaaa…

Molti italiani passano sopra a questi peccatucci, tanto.. cosa hanno poi fatto? hanno rubato qualche miliardo allo stato!?! .ma sii, ..ma chi è poi ‘sto stato?!?..  ..potessi farlo anche io.. (sta diventando il sogno italiano).

Per chiarificare un pochino la situazione bisognerebbe versare lo stipendio a tutti i lavoratori dipendenti per intero (senza trattenere le tasse) poi, a fine anno, far versare inps e tasse varie (come succede per i liberi professionisti ..anzi per loro è peggio perchè il primo anno versano il doppio). In questa maniera aumenterebbe la consapevolezza di chi è lo stato e cosa sono i soldi statali, i sacrifici che si fanno per poi vedere ‘sti ladroni raccomandati vivere nello sfarzo spudorato e contiunare ad arraffare lasciando correre la loro sete di miliardi senza freni o pudori.

I conti dell’ alta velocità, o di qualsiasi altra cosa sia pagata con soldi pubblici, sono sballati! I costi sono spropositatamente più alti del normale (due , tre volte il loro prezzo o anche di più) basta fare il confronto con gli stessi progetti fatti all’ estero (costo per Km, ecc..) .. inutile dire che tutto il superfluo è arraffamento. In altri casi tanti soldi sono già spariti prima che il progetto iniziasse o venisse approvato (es. il ponte sullo stretto).

Quando cambieranno le cose?

Annunci

1 Response to “E’ colpa loro!”


  1. 1 palmiro (molinaccio di G.Montano)
    01/02/2010 alle 19:09

    A Cesare, te’ sei scatenato, me pari ‘n leghista de’ Bossi, ma forze c’hai raggione pure tu d’encazzarti co’ noaltri romanacci che de’ burocrazia e de pubblico danaro ce campiamo perchè voia de’ lavorà ce n’abbiamo poca. Con la Franza o co’ la Spagna: basta che se magna, ahooo!!

    Questo incipit romanistico, mi sembra molto appropriato: la Franza o la Spagna stanno per la destra o la sinistra nell'”ambaradan” politico e di potere di questo nostro tormentato paese.
    Alla base di questa “filosofia” esistenziale, al di là delle pietose spiegazioni che la classe pollitologica ( due elle perche’ venditori di polli)cerca di dare sta in realtà un fenomeno deteriore che si è accentuato progressivamente ed in maniera geometrica dall’unita d’Italia in poi e che può essere sintetizzato, forse in modo schematico, ma non più di tanto, come il trasformismo.
    Accantonati rapidamente l’ardente repubblicanesimo mazziniano e la vena socialista di Garibaldi la destra e la sinistra parlamentare si confusero, Minghetti con Depretis, fino all’uomo di Dronero, Giolitti che, paralizzato dalla corruzione e dal trasformismo dilagante, non fu in grado di arginare l’avvento del fascismo.

    Il trasformismo è la causa pricipale dei nostri mali e non è solo un elemento politico e sociale, ma anche culturale.
    Voltare gabbana diviene tutt’uno con la nostra identità, con la nostra storia, sinonimo di astuzia e di intelligenza.

    Un compagno, dell’allora glorioso PCI, nel quale mi onoro di avere militato, mi disse poco prima dello scioglimento del partito a proposito di mutamenti necessari (non ho mai capito per che cosa): solo i cretini non cambiano!
    Anche la sinistra era permeata dal trasformismo.

    Al peggio non c’è mai fine, alla caduta delle spinte “propulsive” ideologiche a sinistra non si è sostituito nulla, non esiste più, ai vari livelli, dal centro alla periferia, una classe politica ( ed amministrativa) all’altezza dei compiti.

    Il processo di “riappropriamento” della democrazia intesa letteralmente governo del popolo è molto lento, soprattutto incerto.

    Maggioranza ed opposizione si “combattono” nel teatrino mediatico “per qualche dollaro in più” ( grande vecchio Sergio Leone!).
    I reazionari populisti del partito berlusconiano contro gli oligarco progressisti del partito dello svizzero Debenedetti, Scalfari e compagnucci vari a gauche!

    Cesare, non so quando e se cambieranno le cose, l’importante è non rinnegare la propria storia, le proprie radici e valori e poi ……non si sa …..forse…..può essere che…….. sempre che si riesca a sopravvivere……..che chi la dura la vice………..

    Palmiro


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: